Nato nel 1981, mi avvicino alla fotografia sin da piccolo giocando in casa con la camera oscura di mio papÓ Paolo Pellion, conosciuto per aver documentato fin dagli anni 70 il lavoro degli artisti dell'Arte Povera e Concettuale. Ottengo una laurea in Produzione Industriale tra Torino e Parigi alla quale segue una breve parentesi lavorativa come ingegnere a Londra. A 24 anni, ispirato anche dalla storia del mio padrino Oberto Gili, noto fotografo di interni, mi trasferisco a New York con l'obbiettivo di muovere le prime armi per intraprendere questo mestiere.
A New York mi mantengo per due anni trovando commissioni spesso divertenti e inaspettate: fotografie a ristoranti per una guida turistica, a cucine in lussuosi alloggi di Manhattan per la ditta Molteni, ritratti a stagisti delle Nazioni Unite, ai miei vicini di casa a Brooklyn. Tornato a Torino, nel 2007 conosco Franco Noero e inizio a fotografare gli artisti che espongono le loro opere nella sua galleria. Da quel momento ho iniziato a viaggiare assiduamente documentando arte contemporanea per conto di note gallerie d'arte e musei, parallelamente fotografo case e persone per Vogue Russia, Numer˛ Russia, AD Italia, Domus, Phillips de Pury.